Sabato 30 luglio dalle 10,30 alle 21, l’oratorio «La Rotonda» di Castellamonte ha aperto le sue porte per la giornata «Insieme per la Pace», incontro con le ragazze ed i ragazzi dell’orfanotrofio Arca di Mariupol (23 ospiti più 7 tutori legali e la direttrice) giunti dalla Polonia, da Tarnobrzeg, dove sono stati evacuati e accolti subito dopo i primi bombardamenti.

E’ stata una giornata di festa e di scambio interculturale fra i ragazzi italiani, ucraini e polacchi, ospiti in Canavese dallo scorso 5 luglio e che rimarranno fino al 21 agosto.

Presenti alla manifestazione il Sindaco di Castellamonte con i rappresentanti della Giunta Comunale e la rappresentante diplomatica dell’Ambasciata di Polonia in Italia, Anna Kurdziel.

Una giornata di festa, ma anche l’occasione per un incontro con molti dei protagonisti di questa straordinaria missione umanitaria, e per una riflessione su quello che è stato fatto e su quel che resta da fare.

Al mattino, i Presidenti dell’Unicef e della Sezione ANVVF di Torino, hanno donato ai giovani ospiti la “Pigotta per la Pace” mentre la Squadra Cinofila PSF, con i colleghi della Sezione ANVVF di Cuneo, hanno intrattenuto i giovani ospiti con dimostrazioni di ubbidienza ed agilità dei propri amici a quattro zampe.

La “Pigotta per la Pace”, realizzata a mano dalle Volontarie dell’Unicef, è in vendita dal 21 febbraio 2022, giorno dello scoppio della guerra ed il ricavato sta consentendo la realizzazione di numerose iniziative, realizzate congiuntamente da Unicef ed ANVVF Torino tra le quali, prossimamente, la gita dei bambini al Museo Egizio e del Cinema di Torino nonché l’allestimento di un Centro di Accoglienza a Leopoli per gli orfani quando ritorneranno in Ucraina. 

Successivamente, i colleghi VVF dei Distaccamenti Volontari di Castellamonte e Cuorgnè hanno illustrato il caricamento dell’APS e l’impiego delle varie attrezzature utilizzate dai Vigili del Fuoco nel soccorso alla popolazione.

Tutte le attività si sono svolte grazie anche all’assistenza dell’Unione Nazionale Associazione di Volontariato e Protezione Civile.

Dopo la pausa pranzo ed i balli ucraini che hanno coinvolto tutti i partecipanti in un’allegra “sarabanda”, l’intrattenimento è proseguito con l’animazione a cura dei “Dottor Clown” provenienti da varie città d’Italia, con lo spettacolo della Promyczki Dobra di Nowy Sącz di Fr. Andrzej Mulka ed infine la «Conferenza per la Pace», con gli interventi fra gli altri di Sebastian Asaftei, Professore dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino che ha fatto parte delle missioni governative in Ucraina per il soccorso dei bambini oncologici.

Tutti i partecipanti si sono poi uniti in preghiera per le vittime della tragica guerra, che ha colpito in particolar modo la popolazione civile ed i bambini, nella solenne Messa celebrata da Don Angelo Bianchi alla quale è seguita la cena di “arrivederci”.

Per tutti noi, alla fine, il “premio” migliore è stato il sorriso dei giovani di Mariupol, oggi lontani dal conflitto, ma che hanno anche negli occhi l’orrore della guerra.

Regalare a loro un po’ di serenità e gioia di vivere riempie il cuore e permette, davvero, di avere ancora un po’ di speranza nel genere umano.



Associazione Nazionale Vigili del Fuoco – CN

Share This

Condividi l'articolo

se ritieni interessante l'articolo condividilo sui tuoi profili social