Tutti i Vigili del Fuoco sono sempre stati fieri della gloriosa storia dei propri Comandi per l’insostituibile opera a salvaguardia della incolumità della popolazione e molti lo sono, come i Vigili del Fuoco di Torino, anche per l’insostituibile attività svolta dai “Pompieri” durante la seconda guerra mondiale, nel soccorso alla popolazione dopo i tragici bombardamenti che colpirono le città ma anche, in moltissimi casi, nella lotta di Liberazione.

A Torino furono infatti 32 i Vigili del Fuoco arrestati, deportati, fucilati o uccisi in azioni di combattimento.

I numerosi esempi di eroismo, che videro protagonisti i Vigili del Fuoco, motivarono la concessione di diverse decorazioni ai Comandi dei Vigili del Fuoco e Torino fu insignita, al termine del conflitto armato, con la Medaglia di Bronzo al Valore Civile.

Nel 1999 il Labaro dei Vigili del Fuoco di Torino venne altresì nuovamente decorato con una Medaglia d’Oro al Merito Civile, per l’impegno profuso nel drammatico evento bellico e nella lotta di Liberazione.

Per tali ragioni, essendo la nostra un’Associazione democratica ed antifascista, abbiamo sempre sostenuto e favorito le iniziative mirate al mantenimento della memoria storica del nostro Comando e del Corpo Nazionale cercando di trasmettere, alle nuove generazioni dei Vigili del Fuoco, i valori di libertà, uguaglianza e democrazia che sono alla base della nostra Costituzione.

Come Consiglio Direttivo ANVVF Torino avevamo altresì deliberato di sostenere l’iniziativa dei nostri associati che, per tali motivi, avevano deciso di istituire una Sezione ANPI, Vigili del Fuoco, intitolata al Pompiere Partigiano Pensiero Stringa.


Pensiero Stringa, non ancora ventenne, era in servizio al Distaccamento Martinetto di Torino e venne fucilato il 5 luglio 1944 alla perifieria di Torino, in Via Ala di Stura, dai militi della Guardia Nazionale Repubblicana.

Un mese dopo la sua morte, i Vigili del Fuoco di Torino, diedero il suo nome alla 23a Brigata Celere SAP che era composta da soli elementi appartenenti ai Vigili del Fuoco e fu tra le più attive nel capoluogo piemontese.

Il 16 aprile 2010, con una importante e commovente cerimonia, venne consegnata alla Sezione di Torino dell’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco, da un ex Pompiere – Partigiano che l’aveva premurosamente custodita per 66 anni, la bandiera della gloriosa 23° Brigata Celere S.A.P. “Pensiero Stringa” e l’ANPI Nazionale, quale ulteriore riconoscimento, con Diploma d’Onore firmato dal Presidente Nazionale Arrigo Boldrini (Comandante Bulow), insignì il Comando VVF di Torino dell’’onorificenza di “Socio Onorario ANPI”.

Da quel momento l’importante cimelio storico è esposto nella Sala Riunioni della nostra Sede che divenne, da quel giorno, sede “simbolica” anche della Sezione ANPI Vigili del Fuoco Torino.

Giovedì 10 maggio abbiamo avuto l’onore di ospitare, presso la Sala Riunione della ns. Sede, l’Assemblea per la nomina del nuovo Direttivo della Sezione ANPI “Pensiero Stringa” Vigili del Fuoco Torino.

Il saluto di apertura dell’’assemblea, stante l’importanza dell’’evento, è stato portato dal Presidente Provinciale ANPI Torino, On. Maria Grazia Sestero e dal Presidente Onorario, On. Diego Novelli, già Sindaco di Torino e promotore con il compianto Comandante Ing. Agostino Bianconi, della realizzazione di questa Sede Centrale.

I partecipanti all’Assemblea, in presenza e a distanza, hanno eletto, all’unanimità quale  Presidente della Sezione l’ex CR Giovanni Oria, Segretario l’ex CR Alberto Merlo e Tesoriere Antonio Trombetta. In segno di profonda ed eterna riconoscenza, è stato altresì eletto, quale Presidente Onorario, Tommaso, fratello del martire Pensiero Stringa.

Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco – CN