Cari Amici,

siamo in prossimità della ricorrenza della Santa Pasqua e vogliamo formulare a tutti voi ed alle vostre famiglie i più cari auguri di pace e serenità.

La celebrazione per la resurrezione di nostro Signore è per tutti i credenti un momento di gioia e di rinascita, ma siamo convinti che anche per coloro che non si affidano al conforto della religione, questa ricorrenza rappresenta, soprattutto in un periodo come quello che attraversiamo, un momento di riflessione per ciò che abbiamo passato nei mesi trascorsi.

Solitudine, dolore, malattia, apprensione per i propri cari e per sé stessi, sono stati e continuano ad essere una costante nella nostra vita.

Non eravamo abituati all’isolamento, alla limitazione della nostra possibilità di muoverci, alla assenza di socializzazione e di queste privazioni ne hanno sofferto soprattutto le persone più anziane e più fragili.

Le Sezioni della nostra Associazione si sono attivate per garantire vicinanza e aiuto ai Soci e a tante persone in difficoltà anche al di fuori della nostra cerchia associativa.

Non abbiamo potuto esprimerci al meglio in questa attività di assistenza e solidarietà, perché anche noi siamo stati presi alla sprovvista: non eravamo preparati ad un evento tragico e prolungato come quello che stiamo attraversando.

Dobbiamo però riconoscere che abbiamo dimostrato una notevole resilienza, una notevole capacità di resistere alle difficoltà. La nostra struttura si è adeguata alla nuova situazione e, ovunque nel nostro Paese, le Sezioni, con l’aiuto dei Soci più avvezzi all’uso degli strumenti informatici e dei social media, hanno consentito di mantenere vivo il legame che ci unisce.

Ci è mancato il contatto fisico, ma con l’entusiasmo e la determinazione che ci contraddistingue, abbiamo superato egregiamente gli ostacoli dovuti alla lontananza ed alla poca dimestichezza con l’informatica. Non avevamo dubbi che questo sarebbe avvenuto, in quanto non dobbiamo dimenticarci che pur non essendo più in servizio attivo, siamo stati e saremo sempre nello spirito dei Vigili del fuoco, pronti ad affrontare con coraggio e determinazione ogni avversità.

Ora, con tutta la cautela che il caso richiede, crediamo che si possa affermare che ci stiamo avviando verso un lento e progressivo miglioramento, non ne abbiamo la certezza ma dobbiamo essere ottimisti e crederci. La ricorrenza della Pasqua ci aiuta a credere in questa rinascita.

Rivolgiamo un pensiero commosso a chi non è più tra noi e siamo vicini a tutti coloro che soffrono. A tutti voi ed alle vostre famiglie un caro augurio di buona Pasqua.

Presidente Nazionale – Antonio Grimaldi

Presidente Onorario Nazionale – Gioacchino Giomi

Segretario Nazionale – Pino Copeta

Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco – CN