Il nuovo Comandante di Roma, Alessandro Paola, insediatosi il giorno 29 novembre, ha inteso interpretare i sentimenti del Personale VF, organizzando una sobria celebrazione della festività di Santa Barbara nella Sala Pastorelli di Via Genova, nel rispetto delle regole imposte dalla nota pandemia.

Al termine della cerimonia nazionale in San Pietro, sono convenuti al Comando Il Capo del CNVVF, il Direttore regionale, il Comandante, unitamente a Dirigenti e Funzionari e ad un folto gruppo di Vigili.

Erano presenti anche alcuni exComandanti di Roma, come Arcangelo Sepe Monti, Gioacchino Giomi, Enrico Marchionne, Luigi Abate e Domenico Riccio, nonché Marco Ghimenti e Francesco Notaro attualmente in servizio.

Dopo la celebrazione della Santa Messa e gli interventi del Capo del Corpo Nazionale e del Comandante, si è proceduto, come da tradizione, alla consegna delle Benemerenze al Personale.

Quest’ultima è stata preceduta dalla consegna al Comandante di un quadro e, da parte di Marchionne, dalla donazione di due reperti storici, sulla scia di una tradizione inaugurata nelle celebrazioni passate da Marchionne stesso.

Pertanto, il registro di un mese di interventi dei VVF di Roma del 1945 e la Medaglia d’argento al Merito del 1940 conferita ad un Vigile non conosciuto, quest’anno sono andati ad arricchire il patrimonio storico del Comando.

Negli anni passati, sono stati donati al Comando il Registro degli interventi dei Pompieri di Roma dal 1824 al 1835, quattro pergamene con tutti i nomi dei Pompieri di Roma del 1925, una cinquantina di “creste” dei Corsi AVVA, un copricapo di un soccorritore armeno del terremoto del 1988, la “cresta” AVVA della esercitazione di Protezione Civile Febo VI, la divisa di sallia dello stesso Marchionne e altro.

Il suo ragionamento è semplice: ogni Vigile conserva in casa qualche reperto personale, foto e documenti dei quali non è garantita la loro conservazione negli anni futuri per ragioni varie.

Se qualcuno di questi venisse donato, in ogni Comando si potrebbero costituire delle Aree Museali, anche piccole, dove mettere in mostra la Storia dei Vigili del fuoco di quel Comando stesso.

Il tutto, per la conoscenza dei futuri colleghi che andranno a prestare servizio nelle sedi e per la condivisione con i cittadini che avranno un motivo in più per ammirarci e volerci bene.

Un esempio può essere quello di Cagliari dove il Presidente ANVVF, in sintonia con il Comando, ha realizzato una bella area museale dedicata alla Memoria Storica.

Associazione Nazionale Vigili del Fuoco – CN