Cari amici,

siamo giunti al 4 dicembre, il giorno della ricorrenza della nostra Santa Patrona e desideriamo come di consueto condividere con tutti voi alcune riflessioni sull’anno trascorso e sui programmi futuri.

Il 2021 è stato un anno per molti aspetti migliore del precedente, in quanto il progressivo miglioramento della situazione pandemica nel nostro Paese, tenuta sotto controllo dalla consistente campagna vaccinale, ci ha consentito di riprendere a svolgere una vita quasi normale. Molte sono state ancora le necessarie limitazioni alle quali siamo dovuti sottostare, ma certamente meno invasive di quelle durante il lockdown.

Le nostre Sezioni, con tutte le dovute accortezze, hanno progressivamente ripreso a svolgere le loro attività, anche se abbiamo costatato con soddisfazione che non si è mai verificato un vero e proprio blocco anche nei periodi più difficili del 2020.

Molte le iniziative che hanno visto in prima linea i nostri Soci per portare conforto ed assistenza ai più bisognosi, ai più fragili, sia all’interno dell’Associazione che all’esterno; encomiabile l’apporto di lavoro che molte Sezioni hanno garantito alle strutture sanitarie per realizzare, adeguare e gestire i siti vaccinali. Questa attività, svolta in perfetta sintonia con gli ideali che animano la nostra Associazione, si è accompagnata, soprattutto negli ultimi tempi, a iniziative di socializzazione necessarie per tenere unite le persone attraverso momenti di spensierata allegria.

I momenti di allegria non possono comunque colmare la tristezza ed il dolore che ci ha pervaso e tutt’ora ci pervade per la perdita e la malattia di tanti cari fra parenti ed amici ed anche per le privazioni dovute al Covid che molti Soci hanno dovuto e continuano a subire in prima persona; a tutti questi amici deve essere garantito, con atti concreti, il massimo dell’attenzione e del riguardo da parte di noi tutti.

Anche il Consiglio Nazionale e l’Ufficio di Presidenza non hanno mai interrotto la propria attività che è stata condotta con estrema versatilità, grazie al contributo imprescindibile dell’Ufficio informatico nazionale, con le tecniche di videocomunicazione a distanza. Con le riunioni in video si è perso il piacere del contatto fisico, dell’abbraccio, ma si è potuto ugualmente, con molta efficienza, svolgere tutti quei compiti necessari al perfetto funzionamento della nostra Associazione e mantenere il contatto anche con i soci più lontani e con problemi di mobilità.

Durante il 2021 sono stati effettuati corsi on line per ogni Sezione sulle problematiche del terzo settore; è stata predisposta la piattaforma informatica che accoglierà la documentazione dell’archivio storico diffuso sui Vigili del fuoco che l’Associazione sta realizzando in accordo con il Corpo Nazionale; sono state definite le linee guida per la collaborazione tecnico-logistica che l’Associazione fornirà alle Direzioni regionali VF nell’ambito dei campi base in occasione delle macro emergenze; è stato predisposto il regolamento per il raduno nazionale che si terrà i primi di giugno del 2022 a Viterbo ed il regolamento sull’utilizzo dei loghi, dei marchi e degli acronimi di proprietà dell’Associazione; è stata approvata la nuova uniforme rappresentativa della Associazione. Sono inoltre in corso interlocuzioni con ONA per una maggior collaborazione soprattutto sui temi dell’assistenza ed è stato implementato il settore delle borse di studio.

Come già avvenuto per il corrente anno, il Corpo e l’Associazione anche per il 2022 saranno accomunati da un unico calendario: un fatto simbolico ma che è anche sostanza. L’unificazione del calendario prelude infatti ad una sempre maggiore compenetrazione fra i due soggetti che hanno un’unica matrice: l’essere o l’essere stati Vigili del fuoco. Per suggellare maggiormente questa unione stiamo lavorando assieme al Corpo per redigere una proposta di legge per disciplinare in modo più compiuto quanto sancito dalle attuali disposizioni, affinché la ANVVF-CN sia parte integrante ed indissolubile del Corpo.

Cari Amici, dobbiamo tutti sentirci partecipi di questo grande progetto ed ognuno deve adoperarsi affinché la nostra Associazione venga annoverata fra le grandi Associazioni che operano a livello nazionale; è inoltre fondamentale che tutti si impegnino per favorire nuove iscrizioni in modo che ci sia un progressivo e continuo ricambio generazionale.

Con queste considerazioni ed auspici, in questa giornata di festa, rinnoviamo al Capo Dipartimento Prefetto Lega, al Capo del Corpo, Ing. Parisi, a tutti gli appartenenti al Corpo ed alle loro famiglie gli auguri più sentiti; A voi tutti, care Socie e Soci,  vi auguriamo di trascorrere con serenità la festa della nostra Santa Patrona.

Buona Santa Barbara a tutti!

            Il Presidente Onorario Nazionale                              Il Presidente Nazionale

                        Gioacchino Giomi                                                  Antonio Grimaldi

Santa Barbara. Ignoto del XVII secolo. Galleria Storica Vigili del Fuoco della Campania

Associazione Nazionale Vigili del Fuoco – CN