Vigili del Fuoco di Catania: il Capo del Corpo Nazionale ringrazia per la vicinanza

Un solo istante, e le giovani vite di due valenti Vigili del fuoco vengono spezzate proprio mentre cercano di salvare quella di chi, come loro, purtroppo non ce l’ha fatta.

Da quell’istante, è solo disperazione e sgomento, mentre si corre contro il tempo per aiutare gli altri colleghi feriti e profondamente segnati da questa immane tragedia. Da quell’istante, tutto il Paese si mobilita e offre segni concreti per manifestare gratitudine verso chi, con generoso slancio, è pronto a rischiare tutto per quella persona che neppure ha mai visto prima.

E così, nei giorni in cui nessuna parola riesce a lenire un dolore così grande, l’affetto autentico di chi ha voluto stringersi intorno alle famiglie di Dario e Giorgio, abbracciando con commossa partecipazione il Corpo Nazionale tutto, ha rinnovato in noi la consapevolezza che i Vigili del fuoco non sono e non saranno mai soli. E’ per questo che, a nome di tutto il Corpo che oggi più che mai sono onorato di rappresentare, desidero dire grazie.

A tutti i colleghi Vigili del fuoco che, pur con la inconsolabile tristezza che portano nell’animo, hanno fatto sentire, raggiungendo la Sicilia da ogni parte d’Italia o nel raccoglimento delle proprie sedi, la forza incrollabile dell’unità del Corpo.

A tutte le autorità, nazionali e territoriali, civili e militari, che con la propria vicinanza ci hanno dimostrato di avere nel cuore, oltre che nella mente, quanti, ogni giorno, svolgono un lavoro a volte così duro da strapparli alla vita.

Alla cittadinanza intera, che, sinceramente colpita per ciò che i Vigili del fuoco, senza risparmiarsi, fanno per gli altri, ha pianto con noi questi nostri straordinari eroi.

Gioacchino Giomi Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Email