• Home
  • Ricerche storiche
  • L'esplosione del pozzo di metano

L'esplosione del pozzo di metano

Nel 1949 l’AGIP stava trivellando la Pianura Padana in cerca di metano, fonte di energia che avrebbe dovuto alleviare un poco la fame di petrolio che l’Italia, come anche al giorno d’oggi, aveva prima del boom economico. Le fonti di energia non bastano ma. Il metano venne trovato, oltre che in altre varie zone della Penisola, anche nella nostra pianura ( Padana ). Nel territorio dei comuni di Basisco e aviaga, a una decina di chilometri a nord di Casalpusterlengo, si trovò un ricco giacimento del prezioso gas. Ma uno di quei pozzi trivellati da poco, forse per l’eccessiva pressione, il 14 marzo 1949 esplose violentemente. Il gas, per l’improvvisa espansione, congelò l’impianto circostante. Sarebbe bastata una scintilla per farlo incendiare e farne un vulcano. Il getto del gas arrivava a parecchie decine di metri e il frastuono simile a quello della fiamma ossidrica, ma moltiplicato per centinaia di volte, si udiva ad alcuni chilometri di distanza. La terra tutto intorno al pozzo vibrava e si aprirono crepe sia nel suolo sia nelle vicine casa di Basisco. Ogni tentativo di imbrigliare l’eruzione con i mezzi di cui si disponeva erano risultati vani e si dovette ricorrere alla consulenza del famoso specialista statunitense Mr. Kinley. Nel frattempo, però si doveva provvedere alle persone che si erano dovute far sgomberare, tenere a debita distanza i curiosi ed gli spiritosi. Nonché gli sciacalli, controllare i danni e le stabilità degli edifici, fornire l’acqua per la barite e la bentonite, materiale pesanti che dovevano servire a soffocare prorompente del gas. I nostri Vigili del Fuoco (Volontari del Distaccamento di Casalpusterlengo )furono mobilitati con quelli di Lodi e di Milano, ma dopo la partenza di tutte le squadre di supporto, i Vigili del Fuoco di Casalpusterlengo rimasero sul posto per tutte le incombenze facendo vita di accampamento per oltre quaranta giorni fino al termine. Alla fine, in alcuni di loro si riscontrarono danni permanenti all’udito.

 

Documento tratto da Viva i Pompieri!..  storia del Corpo dei Vigili del Fuoco di Casalpusterlengo

Edito dall’Amministrazione comunale di Casalpusterlengo

 

Lorenzo Luigi Novati

Presidente Sezione di Lodi

Ex Capo Distaccamento VV.F. Casalpusterlengo – LODI-

Email