Il terremoto in Emilia Romagna del 2012

Il 20 maggio 2012 alle ore 4:03 una scossa sismica di magnitudo 5,9 con epicentro nel territorio comunale di Finale Emilia (MO), ha colpito la zona della bassa modenese.

Il 29 maggio 2012 alle ore 9:00, si registra una nuova scossa di magnitudo MI5,8   neIl’intero territorio provinciale. Le scosse hanno duramente colpito tutta la zona della bassa modenese: Camposanto, Carpi, Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, Novi di Modena, San Felice sul Panaro, San Possidonio , San Prospero e diversi comuni limitrofi che hanno subito ingentissimi danni.

I soccorsi dei VIGILI DEL FUOCO alle popolazioni colpite sono stati immediati.

Sul territorio si erano attivati tre Comandi Operativi Avanzati (C.O.A.), due in provincia di Modena, ( San Felice sul Panaro e San Prospero), e il terzo, C.O.A. "Veneto", presso l'area della Fiera di Ferrara.

I Comandanti dei C.O.A. Dott. Ing. De Vincentis e Dott.Ing. Di Iorio contattarono, con il benestare del Comandante di Modena Dott.Ing. Luigino Ercoli, il Presidente della nostra sezione chiedendo disponibilità per un supporto logistico volontario da parte del personale dell’Ass.ne di Modena. Nell’arco delle successive 24 ore abbiamo iniziato la turnazione presso i due C.O.A. con la presenza di due unità giornaliere per campo, coinvolgendo in seguito, da maggio a settembre, anche il personale delle altre sezioni Regionali.

Il nostro compito era di gestire giornalmente l’assegnazione dei posti distribuiti nelle 78 tende dei due campi e di mantenerne l’efficienza collaborando con il personale operativo.

L'opera svolta è stata riconosciuta dai Comandanti responsabili con parole di ringraziamento per tutti i soci attivi che hanno contribuito a questo supporto logistico durante la calda estate del 2012.

per la sezione ANVVF di Modena - Ermanno Vaccari

Email