Sezione di SASSARI - Novembre Mese del Ricordo

Il mese di novembre è il mese del ricordo. La sezione ha partecipato  con i propri soci e con labaro agli eventi organizzati dalla prefettura e dai comuni limitrofi.

Il giorno 2 ci siamo recati al Sacrario Militare all’interno del cimitero cittadino dove l’Arcivescovo di Sassari ha celebrato la Santa Messa in onore dei caduti di tutte le guerre. Al termine, dopo la benedizione, in rappresentanza di tutte le istituzioni dello stato e della regione Sardegna sono state deposte delle corone anche nelle tombe dei due Presidenti sassaresi della Repubblica Italiana Antonio Segni e Francesco Cossiga.

Il giorno 4 su invito della Prefettura, ci siamo recati presso il Parco “Emanuela Loi”, all’interno del quale è stato eretto un monumento per ricordare tutti i caduti di Terra, Cielo e Mare, dove si è svolta la cerimonia in ricordo della fine del primo conflitto mondiale. La Prefetta ha letto il messaggio del Capo dello Stato ed il V. Presidente Naz.le dei Combattenti e Reduci il bollettino della vittoria e la motivazione della medaglia d’oro al milite ignoto. Tutti i rappresentanti delle istituzioni hanno deposto una corona di alloro ai piedi del monumento.

Il 4 novembre la sezione, ed in particolare lo scrivente, ha un ricordo indelebile in quanto durante l’alluvione del 1966 in località Prata in Pordenone ha perso la vita il V.V.A. Sebastiano Crispazzu mentre portava soccorso alle popolazioni alluvionate .Sebastiano è stato insignito dal Capo dello Stato medaglia d’argento al valor civile.

Il giorno 3 il Sindaco del comune di Tissi, il giorno 10 il Sindaco del comune di Giave e il giorno 17 il parroco di Bancali frazione di Sassari ci hanno invitato per ricordare i cadute di tutte le guerre di quelle località. Il programma delle tre località era uguale: SS. Messa, rievocazione e successiva deposizione di corone di alloro nei monumenti dedicato ai caduti.

Purtroppo, in questo mese si aggiungono al ricordo i colleghi Vigili Marco Triches, Matteo Castaldo e Antonino Candido deceduti a causa di uno scoppio di gas avvenuto in Alessandria.

Email