• Home
  • Attività
  • Attività e Incontri
  • UdP - Settore Formazione Informazione - 2° step rivolto agli Informatori e Tutor Regionali quali Facilitatori di Gruppo, Esperti di Comunicazione nelle Diverse Abilità

UdP - Settore Formazione Informazione - 2° step rivolto agli Informatori e Tutor Regionali quali Facilitatori di Gruppo, Esperti di Comunicazione nelle Diverse Abilità

2
5
8
1
6
7
9
10
11
3

Con riferimento al Programma di Sviluppo del Settore Formazione, per le Fasi Operative del 2° step rivolto agli Informatori e Tutor Regionali quali Facilitatori di Gruppo, Esperti di Comunicazione nelle Diverse Abilità, dopo aver svolto gli incontri nella Regione Lombardia presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Milano nei giorni 14-15e16 maggio c.a., e per le Regioni del Veneto – Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Treviso nei giorni 17 e 18 maggio c.a. il secondo step è continuato anche nella Regione Liguria presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Genova dal 19 al 21 novembre c.a. e nella Regione Toscana presso il Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Empoli (FI) nei giorni dal 22 al 24 novembre c.a.

Evidenzio l’importanza strategica di conoscenza del Progetto nelle fasi iniziali e successive, e la compartecipazione diretta dei Tutor con i responsabili dei vari Settori, oltre che le innovazioni inserite nel Progetto Formazione con obiettivi e strategie.

Così come è  determinante il ruolo che rivestono i Tutor, i quali essendo i rappresentanti nelle proprie Provincie del Progetto e delle idee in esso contenute, conoscono bene il loro territorio, le tradizioni e le peculiarità dei loro interventi, nonché la conoscenza diretta dei Soci, per uno sviluppo della comunicazione esterna e interna, rafforzando cosi l’immagine dell’Associazione nella società civile, favorendo la partecipazione alla vita del sodalizio da parte dei Soci, senza trascurare il risparmio di risorse economiche che si avrebbe con il loro impegno, evitando così movimenti frequenti.

Bisogna valutare inoltre, il valore aggiunto che avremo al termine del II° step del Progetto con i Tutor già formati quali anche Facilitatori Professionali di Gruppo eEsperti della comunicazione facilitata nelle diverse abilità.

Da parte dei Responsabili dei Settori, Formazione ANVVF e Associazione OmniaMentis ci sarà la pianificazione degli argomenti, dei contenuti, degli aggiornamenti, che gli stessi Tutor presenterebbero ai Soci e naturalmente ai Bambini agli studenti e a tutti i Cittadini che incontriamo in tutta Italia durante l’anno.

 Tutto ciò, grazie anche all’impegno del Responsabile U.I.C.(Ufficio Centrale Informatico) Mimmo Lattanzi,  transiterà sulla Piattaforma Online dedicata al Settore Formazione, per la Formazione a distanza, con tre livelli diversi di accesso:per la Commissione Formazione; per i Tutor; per tutti i Soci ANVVF, naturalmente con un buon risparmio economico.

Mi preme sottolineare che durante  gli incontri di Milano e Treviso, è emerso un messaggio importante, oltre alla partecipazione attiva all’impegno, all’attenzione e all’emozione del personale partecipante e dei docenti, ho colto in tutti, la missione di includere nel gruppo i soggetti con diverse abilità, questo pensiero, ha rafforzato l’idea del Gruppo di lavoro dei nostri tutor, con l’iniziativa di fare Gruppo, non solo nella provincia di appartenenza ma in tutta la Regione, parlando una lingua che è direttamente proporzionale al “Noi Nazionale”

Se ci fossero stati dubbi su quanto colto in Lombardia e Veneto, la conferma e giunta dagli amici partecipanti della Liguria e Toscana, i quali hanno riconfermato che il Gruppo lavoro oltre che della Provincia, dovrà obbligatoriamente essere quello della Regione che si potrà successivamente confrontare con le altre Regioni, fino a una pianificazione degli argomenti di studio e una standardizzazione degli interventi da promuovere.

Le richieste da parte di tutti sono state chiare, con la richiesta di impegno da parte dell’organizzazione ad effettuare una giornata di debrifing, anche interregionale, nell’arco massimo di 8/10 mesi per una valutazione e suggerimenti sull’attività svolta dai tutor.

È il caso di dire che ci siamo Emozionati, Emozionando, naturalmente il nostro impegno è di terminare il percorso in tutte le Regioni, oltre che rivedere e aggiornare il CD - rom “ I Vigili del Fuoco Informano” per dare uno strumento essenziale e comune a  tutti, per meglio comunicare e rappresentare il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e l’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco del C-N.

Un autentico ringraziamento, da parte di tutta l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco, al Capo del Corpo Nazionale, Ing. Giomi al suo staff, per l’attenzione, la disponibilità e la collaborazione che hanno espresso nei nostri riguardi, ai Direttori Regionali, ai  Comandanti Provinciali, ai Funzionari al personale in servizio Operativo e Amministrativo, per la grande disponibilità e sostegno che ci offrono ogni giorno facendoci sentire parte attiva del Corpo Nazionale.

 

Pino Copeta

Email